Referendum 2020

Base Costituzionale è schierata con il No al Referendum per la modifica della costituzione e il taglio di rappresentanza, che per la Liguria passerebbe da 8 senatori a 5.

E non potrebbe essere diversamente, la Costituzione per noi di Base Costituzionale è un baluardo e non vogliamo che la Liguria diventi appendice del Nord Ovest. Se tagli i rappresentanti avrà sempre meno voce in capitolo.

Ricordiamo a tutti che il 20 ed il 21 Settembre 2020 si voterà in contemporanea per le regionali e per il referendum, ma il referendum sta passando sotto silenzio. Cui prodest?

Se si vuole risparmiare basta tagliare gli F35, le missioni militari estere, lo stipendio dei Parlamentari. Un parlamentare oggi percepisce 13.000 euro al mese più le spese e le diarie.
Che si taglino gli stipendi e allora il risparmio sarà reale e concreto. E chi si candida al Senato e alla Camera sarà qualcuno che ci crede davvero, non un poltronista che vuole guadagnarci sopra. Sara un vero servitore dello Stato.

Se si taglia la rappresentanza, a decidere sarà sempre più una élite arroccata sulle sue poltrone che continuerà a intascare 13.000 euro al mese più diaria (affitto, ristorante, mezzi di trasporto).

Per ultimo, questa riforma l’aveva pensata Licio Gelli, il piduista sovversivo (fonte: Il Fatto Quotidiano). Vogliamo coronare il suo disegno ed eliminare la democrazia parlamentare?

Noi di Base Costituzionale diciamo No al taglio della democrazia.